Note d’amore in città: Tony Esposito in concerto e Mark Kostabi special guest

Sharing is caring!

In occasione delle iniziative del Valentine fest, organizzate dal Comune di Terni,  il 16 febbraio 2019 presso il Teatro Secci ore 21,00 ha avuto luogo un importante evento, connubio di arte e  musica, con Tony Esposito in concerto, Mark Kostabi special guest e il Coro Polifonico di San Francesco.

Il musicista, accompagnato dalla sua band, oltre ad omaggiare con alcuni brani, il grande Pino Daniele, ha eseguito brani del  repertorio anni settanta, rivisto sia nei ritmi che nella modalità esecutiva. L’espressione particolare del suo talento musicale è stata messa in luce anche con l’esecuzione di Kalimba de Luna e Pagaia, brani accompagnati alla tastiera da Mark Kostabi, e dove il Coro, diretto dalla maestra Maria Cristina Luchetti, si è inserito coniugando la sua polifonia, ai ritmi  dai colori molto diversi rispetto alla coralità tradizionale. Durante l’esecuzione dei brani corali, accompagnati dai musicisti della Music Box, Tony Esposito è intervenuto con i suoi numerosi strumenti a percussione, rendendo l’esecuzione molto intensa e originale. Interessante il Live Painting di Mark Kostabi su tela, il cui fondo è stato realizzato dai bambini della primaria “Mazzini” di Terni, che sarà donato all’Ospedale Pediatrico di Terni.

Un evento molto particolare per la diversità delle esperienze di provenienza di ciascun gruppo, ma particolarmente significativo, in quanto espressione di  amore per la musica e l’arte, in grado di superare le barriere di stili e forme che spesso si ergono per mantenere la tipicità di ciascun genere.

Entrambi gli interventi, sia del Sindaco Leonardo Latini che del Vice-sindaco Andrea Giuli, si sono concentrati sulla necessità di avere una città vitale ed in grado di sfruttare le sue opportunità facendo squadra mediante un’ intensa rete di collaborazioni, quasi una similitudine con quanto emerso dalla iniziativa “Note d’Amore in città”.

“Tony Esposito è un artista che ha contribuito, durante gli anni settanta, al “sound ritmico” di diversi artisti italiani quali: Pino Daniele, Edoardo Bennato, Alan Sorrenti, Juan Lorenzo, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Gino Paoli, Roberto Vecchioni, Francesco Guccini, Eugenio Bennato. Insieme a Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso, Rino Zurzolo e Fabio Forte, coniano il termine “blues metropolitano ” che trova uno dei punti di massima espressione artistica nell’album di Pino Daniele Vai mo’ del 1981. Dopo gli anni 90 Tony Esposito ha collaborato con tanti artisti Italiani in particolare nei live con Enrico Capuano” (da Wikipedia). La musica di Tony Esposito è ispirata a sonorità provenienti da molti Paesi del mondo, mescolate con ritmi tribali e melodie tipiche della musica partenopea.

 

Foto di Daniela Lino
Tony Esposito, Mark Kostabi, Coro Polifonico. Foto di Daniela Lino

Mark Kostabi realizzazione del live painting

Organizzatori dell’evento: Giorgio Galassi e Luca Calvani insieme al “Coro Polifonico San Francesco d’Assisi”, in collaborazione con Cioccolateria Malu, Hotel Garden e Music Box

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *